Contributo volontario ad AIC: i benefici fiscali

Il sostenitore: ogni privato cittadino, quindi tutte le persone fisiche; oppure le persone giuridiche.

Il destinatario: AIC, che in questo modo finanzia e promuove grazie al cittadino tutti i suoi progetti, dalla normativa al sociale, dalla ricerca scientifica all’alimentazione fuori casa. Anche la Fondazione FC può essere beneficiata di un contributo volontario da parte di persone fisiche o giuridiche.

 

Un modo concreto per partecipare all’impegno di AIC è quello di disporre un libero contributo:

SOSTIENI I PROGETTI DI AIC DANDO IL TUO CONTRIBUTO A

Associazione Italiana Celiachia AIC: IBAN: IT31L0200801415000040663253

 

AIC offre la possibilità al sostenitore di promuovere la ricerca scientifica di AIC in prima persona: la Fondazione Celiachia (FC), ente morale istituito da AIC nel 2005 in applicazione del DPR n° 135 del 20 marzo 2003, finanzia importanti ricerche scientifiche di prestigio internazionale impiegando sia una parte del 5x1000 ad essa devoluto da AIC, sia legati, eredità e donazioni. La Fondazione, con il coordinamento di AIC, ha il compito di costituire un patrimonio tale da garantire il futuro della ricerca in ambito di celiachia e dermatite erpetiforme.

OPPURE PER DONAZIONI SOLO RIVOLTE A PROGETTI DI RICERCA SCIENTIFICA DI AIC, VERSA IL TUO CONTRIBUTO A:

Fondazione Celiachia Onlus FC. IBAN: IT33T0101040300100000003828

Per saperne di più sulla ricerca scientifica promossa da AIC, potete visitare la sezione del sito dedicata alla Fondazione FC (http://www.celiachia.it/fondazione/Fondazione.aspx?SS=287).

 

 

I benefici fiscali

I contributi versati come quote associative NON sono deducibili.

Le erogazioni liberali SONO deducibili:

DALLE PERSONE GIURIDICHE: Senza limite d’importo Legge 23.12.2005 n° 266 art.1 comma 353 e Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 15 aprile 2011;

DALLE PERSONE FISICHE: Nella misura massima del 10% del reddito imponibile o fino ad € 70.000 (vale il minore dei due limiti) Decreto Legge 14.3.2005 n° 35 art. 14 e Legge n. 80 del 14 maggio 2005 (nota anche come Legge “più dai, meno versi”)

PER OTTENERE LA DEDUCIBILITÀ: I contributi devono essere versati attraverso il sistema bancario o postale, anche utilizzando il pagamento on line con carta di credito, allegando alla propria dichiarazione dei redditi il documento idoneo attestante il versamento effettuato (es. contabile bancaria, estratto conto, vaglia postale). Non è quindi ammessa deducibilità per i contributi versati in contanti.

top