Il Prontuario edizione 2017

 

Avviso agli utenti

AIC non cede nè trasferisce ad altri siti internet o ad altre applicazioni (oltre a quelle elencate in questa pagina) il data-base dei prodotti in Prontuario, per cui non è responsabile dell'attendibilità e dell'aggiornamento di altri siti/applicazioni dedicati ai prodotti senza glutine del Prontuario AIC, di cui sconsigliamo l'utilizzo, dato che non risultano aggiornati né sotto il controllo dell'Associazione. Ricordiamo che ogni diritto sulle banche dati AIC è riservato e coperto da copyright (vedi "note", in fondo a questa pagina).

COS’È IL PRONTUARIO DEGLI ALIMENTI

Il Prontuario è una pubblicazione edita con frequenza annuale che raccoglie, a seguito di valutazione, anche i prodotti che, seppur non pensati specificamente per una dieta particolare, risultano comunuque idonei al consumo da parte del soggetto celiaco. L'edizione cartacea viene distribuita, oltre che ai soci AIC, agli operatori della salute (medici, dietisti, farmacisti), agli operatori della ristorazione, sia collettiva (mense, pubbliche e private) sia commerciale (ristoranti, pizzerie, alberghi, bar, gelaterie, ecc.), ad aziende alimentari, supermercati, negozi ed esercizi convenzionati.
Il Prontuario è, inoltre, in versione on-line e per smartphone.
L’edizione corrente vanta oltre 600 aziende operanti in tutte le aree del mercato alimentare, presenti con più di 20.000 prodotti in commercio.
Nel Prontuario sono raccolti, suddivisi per tipologia, quei prodotti alimentari che sono stati valutati dall’Associazione e sono garantiti dalle aziende produttrici con un contenuto in glutine inferiore a 20 ppm (parti per milione o mg/kg), valore indicato dalla legge come la soglia limite per poter definire un alimento “senza glutine”.

IL CONTROLLO DEGLI ALIMENTI DA PARTE DI AIC

Le aziende che intendano aderire a questo progetto devono produrre la documentazione richiesta da AIC relativamente a ingredienti utilizzati e processi produttivi eseguiti. Dichiarano l’idoneità dei propri prodotti ad essere consumati anche dai celiaci (in quanto il glutine eventualmente presente è sempre inferiore a 20 ppm) e ciò tenendo conto non solo degli ingredienti, ma anche delle possibili contaminazioni durante tutte le fasi di produzione (stoccaggio, lavorazione, confezionamento, ecc...). La documentazione presentata è controllata da personale AIC che ne verifica la conformità alle linee guida AIC per la produzione di alimenti per celiaci.
Il Team AIC Prontuario inserisce nell’elenco solo i prodotti le cui aziende produttrici hanno fornito esaurienti informazioni tali da poterli definire “ a minor rischio”.
Tale precisazione (prodotti “a minor rischio” e non “sicuri” o “garantiti”) é d’obbligo perché la valutazione del prodotto è fatta esclusivamente su autodichiarazioni delle aziende produttrici, non essendo previste visite alle aziende o audit di controllo, per la selezione dei prodotti pubblicati sul Prontuario.

ANALISI

AIC svolge, per ogni edizione, analisi a campione sui prodotti inseriti in Prontuario, previo prelievo a scaffale ed effettuazione del dosaggio di glutine presso laboratori riconosciuti da AIC.
L’elenco dei laboratori riconosciuti da AIC è costituito da quei laboratori che abbiano presentato ad AIC copia del certificato di accreditamento SINAL per la specifica prova di quantificazione del glutine (metodica r5 elisa).
La consapevolezza da parte delle aziende della possibilità che i propri prodotti vengano analizzati da AIC, e conseguente esclusione ufficiale dal Prontuario a causa di eventuali non conformità, costituisce un ulteriore sollecito al controllo ed alla gestione del rischio.

LINEE GUIDA

Alle aziende vengono fornite anche linee guida per la gestione del rischio “glutine” durante tutte le fasi di produzione: dall’approvvigionamento delle materie prime al confezionamento dei prodotti finiti.
La consulenza offerta alle aziende non si esaurisce con la consegna di linee guida ma continua per tutto il tempo di adesione dell’azienda al progetto, sia mediante contatti singoli diretti tra l’azienda e l’AC (cui si sottopongono richieste e criticità per avere consigli su come gestire le proprie produzioni, il proprio piano analitico, la qualifica di fornitori e materie prime, ecc...) sia tramite l’invio periodico di informazioni relative ad argomenti di carattere generale, alle aziende aderenti al progetto.

IL SISTEMA DI “ALLERTA”

Al pari della verifica di idoneità effettuata dal personale AIC, vero "valore aggiunto" del Prontuario è la gestione rigorosa dei prodotti per tutta la durata dell’edizione in vigore. L’inserimento in Prontuario, infatti, grazie alla stretta collaborazione con le aziende produttrici, garantisce il controllo costante del permanere di tale idoneità e la comunicazione immediata dell’eventuale sospensione corredata di informazioni relative ai lotti non conformi ed alle cause della non idoneità.

Le aziende, infatti, possono modificare nel tempo la composizione o la lavorazione dei propri prodotti in senso negativo per i celiaci, oppure possono verificarsi contaminazioni accidentali di lotti già immessi sul mercato: in ogni caso le aziende hanno l’obbligo di informare immediatamente AIC che pubblica la segnalazione sul sito www.celiachia.it, sulla pagina 433 di Televideo Rai 1 e Rai 2, su Celiachia Notizie oltre a diramare la segnalazione in tempo reale a tutte le sedi regionali.

Il progetto del Prontuario non va inteso, quindi, come sola verifica documentale applicata per ogni prodotto dal personale AIC, ma consiste nell’impegno delle aziende che aderiscono al Prontuario a garantire il prodotto per tutta la durata dell’edizione in vigore, con un livello di attenzione più alta verso il rischio "presenza di glutine" nel prodotto finito e con una procedura di "allerta" che permette in tempo reale di informare gli associati AIC su eventuali prodotti non più idonei.

NB
L’aggiornamento della pagina 433 di Televideo non viene eseguito ad una frequenza stabilita, ma ogniqualvolta sia necessario informare con tempestività gli associati su un prodotto ELIMINATO dal Prontuario (perché è stato verificato non essere più idoneo al celiaco).
Un altro tipo di aggiornamento relativo al Prontuario è la comunicazione relativa al cambio di denominazione di un prodotto. Questo tipo di aggiornamento non viene normalmente inserito su televideo, ma sul sito e su Celiachia Notizie.
Attualmente la versione più recente è il "Prontuario degli Alimenti edizione 2017".
È possibile ricevere la versione cartacea del Prontuario diventando socio dell’Associazione Italiana Celiachia cioè iscrivendosi alla propria AIC Locale.
Per chi è già socio della nostra associazione, ma non ha ancora ricevuto per posta l’ultima versione del Prontuario, è sufficiente contattare la propria Segreteria Regionale.

IL PRONTUARIO ON-LINE

Il Prontuario on-line è sempre aggiornato e per questo, nelle pagine relative, non vengono segnalate modifiche o cancellazioni, come avviene invece per la versione cartacea.
Clicca qui per accedere al Prontuario On-Line.

Team Prontuario

Copyright©2001, Associazione Italiana Celiachia Onlus. Tutti i diritti riservati. All rights reserved. Ogni diritto sulle banche dati è riservato.