I Convegno Nazionale AIC-Celiachia e Rete Medico-Scientifica Italiana: "L'importanza della rete medico-scientifica nello spettro della patologia da glutine" - Firenze, 9 Novembre 2012

Il 9 Novembre 2012 a Firenze si è tenuto il I Convegno Nazionale AIC-Celiachia e Rete Medico-Scientifica Italiana: “L’importanza della rete medico-scientifica nello spettro della patologia da glutine”. Alla sua prima edizione, il Convegno Nazionale AIC – Celiachia e Rete sostituisce a partire da quest’anno la riunione annuale “allargata” del Comitato Scientifico, alla quale era invitata una piccola rappresentanza dei referenti medico-scientifici regionali di AIC e che tradizionalmente anticipava l’Assemblea Nazionale del Gruppo AIC di Novembre.

In accordo con il rinnovamento del comparto Attività Scientifiche e Ricerca del Gruppo AIC (nascita a Febbraio 2012 dell’Ufficio Scientifico come sorta di direzione di tutte le attività medico-scientifiche di AIC; nomina a Ottobre 2012 del nuovo Comitato Scientifico, CS; adozione del sistema di promozione e finanziamento della ricerca scientifica mediante bando e valutazione peer review a partire dal 2013), il I Convegno Nazionale AIC – Celiachia e Rete intende essere un grande tavolo di lavoro coordinato dal Board del CS e dall’Ufficio Scientifico, e destinato alla comunità medico-scientifica italiana costituita da: la rete medica territoriale AIC (i referenti scientifici regionali AIC), i medici dei centri di riferimento regionali ovvero i centri e i presidi/ambulatori in cui si effettua diagnosi di celiachia, ed esperti rappresentanti delle Società medico-scientifiche. Insomma, un evento scientifico a tutto tondo che coinvolge la Rete Nazionale Celiachia di cui AIC vuole essere fautore e promotore.

Questi i principi ispiratori della nuova serie di convegni nazionali AIC. Venendo all’edizione 2012 i cui responsabili scientifici sono stati il Professor Volta (chairman) e il Professor Corazza, entrambi del Board del nuovo CS, l’evento scientifico (finanziato con il 5 per mille) ha ricevuto l’accreditamento ECM per i medici e ha coinvolto 100 referenti scientifici regionali e provinciali di AIC, 50 medici da altrettanti ambulatori e centri celiachia da ogni regione, e 10 relatori.

La prima sessione del mattino ha costituito l’occasione per illustrare il nuovo assetto organizzativo di AIC, FC e SBS, presentare il Board del nuovo CS e illustrare alla Rete Celiachia gli obiettivi, i progetti e le attività dell’Ufficio Scientifico, allo scopo di sancire concretamente l’avvio di un Programma medico-scientifico nazionale su celiachia e dermatite erpetiforme.

La sessione successiva, dedicata interamente al tema della sensibilità al glutine non-celiachia (gluten sensitivity, GS), ha trattato gli aspetti sociali (Professor Corposanto) e medici (Professor Di Sabatino e Professor Volta) di questa sindrome, evidenziando la necessità di arrivare quanto prima a definirne i reali caratteri clinici, onde stabilire se essa costituisce una patologia a sé stante nell’ampio spettro delle patologie da glutine.Professor Volta ha anche illustrato i dati preliminari raccolti nell'ambito dello studio prospettico promosso dal gruppo di lavoro laico-scientifico del Gruppo AIC (il Comitato Gluten Sensitivity, CGS) che in questi ultimi mesi ha coinvolto la Rete Nazionale Celiachia e i centri di diagnosi di tutto il territorio nazionale. Lo studio, che intende vagliare semi-quantitativamente l’entità del fenomeno in Italia e tende a costruire delle premesse cliniche valide che possano in futuro portare ad una definizione scientifica di GS, vede la partecipazione ad oggi di circa 50 centri in tutto il territorio nazionale.

Nella terza ed ultima sessione della giornata i responsabili scientifici dei progetti di ricerca promossi da Fondazione Celiachia nell’ultimo triennio in corso, 2010-2012, hanno presentato i principali risultati dei loro studi, alcuni dei quali hanno già dato luogo a pubblicazioni su riviste internazionali e altri sono in fase di sottomissione ai journals. Si tratta di 3 grandi progetti, due rivolti alla celiachia in età pediatrica e il terzo, che comprende in sé altri due progetti laterali, incentrato sulla celiachia complicata, che coinvolgono complessivamente cinque Università italiane: Pavia, Cattolica Sacro Cuore, Roma Tor Vergata, Federico II di Napoli e Catania.

 

Si allega il programma scientifico, la locandina e gli atti del Convegno.

 

Programma.pdf

Locandina.pdf 

 

Atti Convegno:

Sessione: Sensibilità al glutine non celiaca (SGNC) (Non Coeliac Gluten Sensitivity - NCGS)

 

Presentazione del gruppo di studio AIC-FC sulla Sensibilità al Glutine non-Celiachia – relatore Prof C. Corposanto, Univ. Magna Graecia Catanzaro, vicePresidente AIC

SGNC: una sindrome ancora in via di definizione – relatore Prof A. Di Sabatino, Univ. Pavia

-   L’indagine prospettica sulla SGNC nei centri di diagnosi: presentazione della scheda di rilevazione ed importanza dell’adesione al progetto – relatore Prof U. Volta, Univ. Bologna, Coordinatore del Board CS AIC

 

Sessione: Progetti di Ricerca promossi dalla Fondazione Celiachia FC

Le Complicanze della Malattia Celiaca – relatore F. Biagi, resp. scientifico Prof GR Corazza, Univ. Pavia

Celiachia nell’Età Pediatrica e Divezzamento: studio multicentrico su lattanti a rischio familiare – relatrice E. Lionetti, Univ. Catania, resp. scientifico Prof C Catassi Univ. Politecnica delle Marche 

Prevenzione della Celiachia: identificazione dei fattori di rischio genetici ed ambientali – relatrice R. Auricchio, resp. scientifico Prof L Greco, Univ. Federico II Napoli 

top