Breve storia del progetto

Nel 2004 AIC ha ricevuto un finanziamento dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il bando di concorso emanato con la legge 383/2000, destinato alle APS (Associazione di Promozione Sociale) per attuare un progetto d’intervento sociale. Il progetto attuato, dal titolo: "Azioni per ridurre il disagio dei celiaci nella scuola, nel lavoro, nella società", aveva come finalità quella di agevolare la rimozione degli ostacoli alla corretta ed equilibrata accettazione della celiachia da parte del "protagonista celiaco" e di chi ruota inevitabilmente nella sua vita, nei più disparati contesti, come la scuola, il lavoro e la società.

I destinatari sono stati gli studenti delle classi 4° e 5° primaria, degli istituti IPSSAR (Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione) ITAS (Istituto Tecnico per Attività Sociali, per Economo Dietista), l'attività si è svolta da gennaio 2005 ad ottobre 2006, in sei regioni pilota: Calabria, Liguria, Puglia, Toscana, Trentino, Umbria.

Nella progettazione ed avvio dell'attività, AIC ha potuto contare sulla stretta collaborazione del Ministero della Pubblica Istruzione, in particolare con il M.I.U.R. Direzione Generale per lo Studente. AIC ha effettuato diversi incontri informativi nelle scuole, rivolti ai docenti sulla tematica Celiachia. A seguire AIC ha indetto un bando di concorso "Insieme senza Glutine", nel quale si chiedeva alle scuole di produrre degli elaborati che avessero per tema "la Celiachia e l'integrazione". Una commissione AIC nazionale ha selezionato un solo elaborato che si è distinto per efficacia di contenuto e semplicità di duplicazione, questo è stato rivisto nei contenuti e nella grafica è in seguito riprodotto, in formato da tavolo e maxi, per una distribuzione capillare su tutto il territorio Italiano. L'elaborato scelto era un gioco dell'oca a cui è stato dato il nome "In Fuga dal Glutine".

expo_2015.jpg

top