ATTIVITA' SCIENTIFICHE NO-PEER

COSA SONO LE ATTIVITA’ SCIENTIFICHE NO-PEER

In questa sezione sono pubblicati Le Attività e i Bandi No-Peer di Fondazione Celiachia, ossia le Call che intendono finanziare una serie di attività e iniziative differenti dai Progetti di Ricerca Scientifica e Medico-Scientifica i cui Bandi (Bandi di Ricerca Peer-Review) sono pubblicati qui.

Si tratta di attività promosse da FC che possono avere diverse finalità, come ad esempio:

  • promuovere studi clinici o epidemiologici sul territorio sia regionale, che inter-regionale o nazionale (download articolo sullo Studio Multicentrico Gluten-Sensitivity); generalmente si tratta di studi che hanno avuto l’approvazione del Board del Comitato Scientifico AIC
  • incoraggiare i giovani ad intraprendere o continuare la strada della ricerca attraverso incentivi e premi di laurea o di dottorato, la cui valutazione è effettuata sulla base di criteri di merito oggettivi e dell’interesse di FC per il tema trattato
  • co-finanziare progetti di ricerca già valutati da una commissione scientifica super-partes (download articolo sullo Studio Multicentrico Europeo Prevent-CD)

In ogni caso, si tratta di iniziative la cui valutazione non richiede il processo di assessment scientifico dei Revisori Internazionali, da cui la definizione data da FC a queste attività: No-Peer.

Nel menu a sinistra sono pubblicate tutte le iniziative e i Bandi No-Peer.

 

L’IMPORTANZA DEL TERRITORIO

Altra caratteristica delle Attività Scientifiche No-Peer è i fatto che le iniziative e i Bandi sono veicolati e promossi in ogni territorio regionale dalla corrispondente Associazione AIC Territoriale, che si fa carico di pubblicizzare il Bando No-Peer e di farlo arrivare fino ai destinatari del bando.

 

FINANZIAMENTO E ACCOUNTABILITY

Una parte dei fondi 5x1000 stanziati annualmente a favore di FC sono riservati al finanziamento delle Attività Scientifiche No-Peer. Nel caso di non utilizzo, tale somma è riassorbita dai Bandi di Ricerca Peer-Review.

 

LA VALUTAZIONE

È indetta una Commissione di Assegnazione Risorse NO-Peer che eventualmente può avvalersi del Board del Comitato Scientifico AIC. La commissione di assegnazione risorse No-Peer, il cui parere finale è insindacabile, basa il proprio giudizio sia su criteri oggettivi di merito scientifico sia sull’interesse di FC per specifiche tematiche o determinati obiettivi.

top