accedi-icon

Funzione immunomodulatoria dei linfociti t γδ+ intraepiteliali nella patologia celiaca; risposta immune alla gliadina in vivo e in vitro

Condividi su facebook
Condividi su twitter

studio in corso

Vera Rotondi Aufiero, ISA-CNR Istituto di Scienze Alimentari, Avellino

Borsa di Studio triennale

Studio sulla Celiachia
Area: Immunologia

Background
Un aumento dei linfociti T intraepiteliali (IELs) γδ+ è stato osservato in tutti gli stadi della malattia celiaca, nei pazienti celiaci a dieta senza glutine e in alcuni parenti di primo grado di pazienti celiaci. Risultati presenti in letteratura suggeriscono una funzione immunomodulatoria dei IELs γδ+. Tale funzione potrebbe essere alterata dalla produzione della citochina IL-15, overespressa nella celiachia attiva. Inoltre, come dimostrato dal mio gruppo di ricerca, l’aumentata espressione della citochina IL-15, altera la funzione delle cellule T regolatorie nella MC.
Obiettivi
Questo studio si propone di analizzare la funzione immunomodulatoria dei IELs γδ+ in vivo, nella mucosa intestinale dei pazienti nei diversi stadi di lesioni istologiche in corso di celiachia (Marsh I, II e III), e in vitro, mediante coltura d’organo di biopsie intestinali di pazienti celiaci in remissione stimolate con la gliadina, in presenza o assenza di IL-15.
Metodologia
I IELs γδ+, identificati mediante tecnica immunoistochimica e isolati con la tecnica della microdissezione laser, verranno utilizzati per valutare i livelli di espressione delle citochine pro- e anti- infiammatorie, maggiormente coinvolte nella patogenesi della malattia celiaca, mediante Real time-PCR.
Risultati attesi
Possibile soppressione della funzione immunoregolatoria dei IELs γδ+ da parte dell’IL-15.
L’impatto dello studio sulla conoscenza e/o sul trattamento della malattia celiaca in termini di innovazione e originalità
Una migliore conoscenza dei fattori che modulano la funzione dei IELs γδ+ potrebbe mettere in luce il potenziale di queste cellule, fornendo un possibile aiuto nell’identificazione di strategie terapeutiche per i pazienti affetti da patologia celiaca.
I benefici per il paziente nel medio o lungo termine
Eventuali strategie immunoterapeutiche basate sull’espansione dei linfociti T intraepiteliali γδ+.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Torna al sito regionale

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui