accedi-icon

Dematerializzazione: traguardi raggiunti e nuovi obiettivi

Share on facebook
Share on twitter

L’erogazione gratuita degli alimenti senza glutine è un diritto conquistato  dall’Associazione e oggi fortemente difeso,come  parte di un quadro di diritti e tutele considerato unico al Mondo.

Ben consapevole dell’importanza di tale forma di assistenza, AIC è da sempre impegnata nell’analisi, la definizione e la proposta di forme di razionalizzazione della gestione dell’erogazione, attraverso interventi che ne consentano la sostenibilità.

L’obbiettivo è l’adozione, da parte di tutte le regioni italiane, dei buoni digitali o dematerializzati, che favoriscono la reale diversificazione dei canali distributivi (farmacie, GDO, negozi specializzati), la circolarità dell’erogazione nelle diverse Regioni e una trasparente rendicontazione e conseguente risparmio.

Con l’espressione “dematerializzazione dei buoni”intendiamo la loro trasformazione da cartacei a digitali, una scelta che porta non solo a una riduzione dei costi diretti (stampa dei buoni, spedizione, personale), ma anche e soprattutto all’indiretto risparmio dovuto alla rendicontazione che diventa  trasparente e automatica, oltre alla spendibilità frazionata che induce il paziente a ritirare gli alimenti in base al fabbisogno, come accade per le necessità alimentari comuni.

Alla fine di questo 2019 possiamo guardare con soddisfazione alle 8 regioni italiane che, grazie anche al lavoro delle nostre associazioni territoriali,hanno raggiunto l’importante traguardo del buono digitale (indicate in colore verde sulla mappa), che diventano 10 se consideriamo anche le due regioni dotate di sistemi alternativi (indicate incolore verde scuro sulla mappa) La sfida per il prossimo futuro è quella di ottenere la digitalizzazione del buono in tutte le regioni. AIC mantiene un’attenzione costante e continua a lavorare su questo tema.

Le ultime news

Share on facebook
Share on twitter
Torna al sito regionale