accedi-icon

Cosa è la gluten sensitivity (sensibilità al glutine non celiaca)?

Share on facebook
Share on twitter
Si tratta una possibile reazione non correlata al glutine, ma più probabilmente ai FODMAP e anche ai cereali, i cui meccanismi non sono ancora noti. Molti esperti hanno dubbi sull’esistenza di questa condizione.

La comunità scientifica nazionale e internazionale è impegnata a studiare se si tratti di una vera e propria patologia e quali meccanismi la inducano. Per il momento la gluten sensitivity va considerata ancora come un ambito di ricerca. A differenza della celiachia, la sensibilità al glutine non provoca lesioni alla mucosa intestinale e non esistono marcatori nel sangue per identificare questa condizione, né genetici, né serologici. Il paziente, tuttavia, riferisce ugualmente la comparsa di sintomi all’ingestione del glutine (o dei cereali che lo contengono) e la loro scomparsa alla loro esclusione. La diagnosi in questo caso è esclusivamente clinica in quanto non esistono test diagnostici sicuri ed è necessario affidarsi a quanto riferisce il paziente. In presenza di una sospetta sensibilità al glutine è assolutamente necessario che il paziente consulti un medico specialista prima di apportare qualsiasi modifica alla sua dieta.

Share on facebook
Share on twitter