accedi-icon

Ruolo dei cereali pigmentati senza glutine nella modulazione dello stato infiammatorio associato alla patologia celiaca

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Progetto in corso

Francesca Colombo, Università degli Studi di Milano

Borsa di Studio triennale

Studio sulla Celiachia
Area: Infiammazione

Background

Recenti studi hanno messo in luce come la celiachia sia accompagnata da un quadro generale di stress ossidativo che, in alcuni casi, permane anche dopo il trattamento dietetico. In questo contesto risulta dunque importante identificare nuovi ingredienti senza glutine che possano contribuire a un miglioramento delle condizioni di salute dei soggetti affetti da celiachia. Alcuni cereali pigmentati, naturalmente privi di glutine, potrebbero rappresentare degli ingredienti innovativi in quanto ricchi di molecole ad elevata attività antiossidante.

 

Obiettivi

Valutare il potenziale protettivo di differenti cereali pigmentati (mais e riso) nei confronti dello stress ossidativo e dell’infiammazione intestinale, condizioni tipiche dei soggetti celiaci.

 

Metodologia

Durante la prima fase del progetto verranno selezionati e caratterizzati quali-quantitativamente dal punto di vista chimico differenti campioni di mais e riso pigmentati mediante tecniche spettrofotometriche e cromatografiche. Successivamente i cereali verranno sottoposti a digestione gastro-intestinale in vitro e i prodotti della proteolisi verranno valutati per la capacità antiossidante ed anti-infiammatoria. Infine, verrà valutato mediante diversi test cellulari il ruolo di queste varietà pigmentate nella modulazione degli eventi precoci indotti dalla gliadina.

 

Risultati attesi 

Ci si aspetta che le molecole attive (polifenoli ed eventuali altre molecole) contenute nei cereali pigmentati possano esercitare una significativa attività anti-infiammatoria ed anti-ossidante a livello intestinale.

 

L’impatto dello studio sulla conoscenza e sul trattamento della malattia celiaca in termini di innovazione e originalità

La ricerca permetterà di valutare l’impatto dell’uso dietetico di cereali pigmentati sullo stress ossidativo associato alla patologia celiaca, contribuendo alla comprensione dei meccanismi molecolari che ne stanno alla base. Questo progetto, studiando il ruolo dei polifenoli (e di altre eventuali molecole) nella modulazione dell’infiammazione, potrà fornire nuove indicazioni a supporto dell’inclusione di questi ingredienti nella dieta dei soggetti celiaci con le associate positive ripercussioni sulla omeostasi intestinale.

 

I benefici per il paziente nel medio o lungo termine 

I risultati ottenuti in questo studio potranno essere utili al fine di selezionare nuovi ingredienti naturalmente privi di glutine ricchi in polifenoli, in grado di migliorare la qualità di vita dei pazienti celiaci sia in termini di benessere intestinale sia in termini di aspetti sensoriali.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Torna al sito regionale

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui